Edizione 2020 - 2016 - Eddie lang Jazz Festival

Eddie Lang Jazz Festival

EDDIE LANG JAZZ FESTIVAL XXVII

Vai ai contenuti
STORIA









EDDIE LANG JAZZ FESTIVAL

La leggenda si fa storia...




27° EDIZIONE 2017

SCOTT HENDERSON

Scott Henderson, geniale chitarrista Fusion e Jazz-Rock, leader dei “Tribal Tech” e “sideman” di fiducia per influenti jazzisti quali Joe Zawinul.Chick Corea e Jean Luc Ponty, torna in scena accompagnato dal batterista Archibald Ligonniere e di Romain Labaye.
Lo spettacolo sarà caratterizzato da una musica forte e curatissima nei dettagli, piena di contaminazioni e sperimentazione, complessa ed ermetica a tratti, ma anche più melodica e lineare in altri punti. Henderson, con la sua carica e con i suoi fraseggi, varcherà di nuovo il confine tra jazz e blues, elementi che lo hanno reso tra i più influenzi chitarristi degli ultimi trent’anni.

WILLIAM STRAVATO BAND

William Stravato e la sua band proporrà per l'occasione alcuni brani rivisitati tratti dal repertorio jazz-rock uniti ad alcune composizioni originali tratte dal suo ultimo lavoro solista dal titolo 'Uranus',  un disco in cui Stravato ripercorre tutte le proprie esperienze musicali dal funk al blues, dal rock al jazz moderno.
Formazione
William Stravato: Chitarra, Dario Zeno: Piano e Synth, Mauro Arduini: Basso e Davide Savarese : Batteria.


DARIO NAPOLI TRIO GUEST PAULUS SCHÄFER

(nato 31 marzo 1978, Gerwen, Nuenen) è un chitarrista, compositore e arrangiatore che è considerato uno dei più talentuosi chitarristi gypsy jazz o "jazz manouche" chitarristi dai Paesi Bassi. Paulus è nato in una comunità olandese Sinti-Rom, dove ha imparato a suonare la chitarra in età molto precoce. Come quasi tutti i chitarristi di gypsy jazz, Paulus considera Django Reinhardt il suo idolo. Paulus ha registrato e si e’ esibito con Stochelo Rosenberg, Fapy Lafertin, Tim Kliphuis, Jimmy Rosenberg, Dominique Paats, Bireli Lagrene, e Andreas Öberg.

Dario si sta piazzando come esponente di spicco della musica jazz manouche a livello internazionale; ha appena pubblicato il suo terzo disco solista, “My Favorite Spot”, dopo “Make it a Sunny Day” nel 2014 e “Gypsy Bop” nel 2011, recensiti positivamente su djangostation.com. Il trio si è esibito in diversi festival ben noti come Eddie Lang Jazzfest, Valdarno Jazz, Django in June, Tilburg Djangofest, Pennabilli Django Fest, Petralia Djangofestival, Trasimeno Blues, Cloughtoberfest, Django sur Lennon, March Manouche Fest, Il Quecumbar di Londra, ecc. Dario ha condiviso il palco con alcuni dei più grandi artisti del genere, tra cui Paulus Schäfer, Stochelo Rosenberg, Wawau Adler, Sebastian Giniaux, Tcha Limberger, Adrien Moignard, Gonzalo Bergara, e Robin Nolan. Gli altri componenti del Dario Napoli Modern Manouche Project sono: Tommaso Papini (chitarra) e Nicola Pasquini (basso).

LES GARCONS DE BELLEVILLE

Pioneri del Gypsy Jazz in Molise, Les Garçons de Belleville è un quartetto attivo in tutto il territorio nazionale. L’amore per la musica di Django Reinhardt, per il grande repertorio americano del ventennio ’20/’40 e per la cultura europea fanno del combo molisano un’ensamble compatto e stilisticamente solido. Nel 2018 è in uscita il loro album che conterrà grandi classici della canzone italiana riproposti ovviamente in chiave manouche, e che vedrà la collaborazione di grandi artisti internazionali.
Formazione
Andrea Antonilli Chitarra solista
Matteo Iannaccio Violino
Federico Manuppella Chitarra ritmica
Emanuele Valente Contrabbasso
OTMARO RUÍZ MEETS CIRO MANNA TRIO
“California Dream Band” Feat. Otmaro Ruiz / Maurizio Rolli / Ciro Manna
Una "superband" nata in occasione del "NAMM  Music Show 20015" che riassume, parzialmente, le esperienze passate da Maurizio Rolli durante la sua carriera come bassista (già al fianco di Hiram Bullock, di Omar Hakim e Rachel Z nel "trio of Oz", di Peter Erskine, Mike Stern, Alex Acuna,Winton Marsalis, Dave Liebman e innumerevoli altri) e come compositore/arrangiatore con Chaka Khan e la "Metropole Orkest" (diretta da Vince Mendoza), la "Chicago Jazz Orchestra", la "Rolli's Tones big Band" e "l'Orchestra sinfonica Abruzzese".
Musica originale quindi e qualche speciale arrangiamento di classici del rock, una singolare "Fusion" dal sapore "contemporary" caratterizzata da influenze folkloriche di origine latina (dalla tarantella, al flamenco, al samba e al montuno), nord europea e dalla musica colta europea, eseguita con energia tipica del rock'n'roll e da alcune "superstars" della musica mondiale, tutte di stanza nell'area di Los Angeles:
Al pianoforte Otmaro Ruiz, straordinario virtuoso, pianista nella band di Arturo Sandoval, Gino Vannelli, Alain Caron e vincitore di un Grammy Award come direttore musicale di Dianne Reeves e nominato al Grammy 2016 per il suo album "Lado B"
Alla Batteria Marvin Smitty Smith, sin da giovanissimo prodigio collaboratore di Sonny Rollins,Sting, Dave Holland e Steve Coleman ecc...maestro sia della tradizione che dei nuovi linguaggi hip hop.
Ai saxes Manuel Trabucco, giovane promessa italiana, dal suono emozionante e dal fraseggio moderno, che nonostante la giovane età si e già esibito al fianco di Bob Mintzer, Hiram Bullock, Mike Stern ecc...sempre distinguendosi per l'originalità della sua voce solistica e Maestria sia al sax soprano che all'alto e al tenore. Ospite d’eccezione per la serata Ciro Manna alla chitarra , noto per le sue collaborazioni con Richard Bona , Alain Caron , Simon Phillips , Andy Timmons ,e molti altri..

MANLIO MARESCA TRIO "MANUAL FOR ERRORS"

QUANTE VOLTE CI SIAMO SENTITI DIRE ''SBAGLIANDO SI IMPARA'' IO AGGIUNGEREI '' SI IMPARA A SBAGLIARE''. NON SEMPRE L USO ''CORRETTO'' DELLE COSE È L UNICO CHE NE POSSIAMO FARE Questa è la linea estetica sulla quale si basa la musica del ''MANUAL FOR ERRORS'', un ensamble di musicisti che ruota attorno al chitarrista Manlio Maresca, con Eddy Cicchetti al contrabbasso e Ivan Liuzzo alla batteria.
Il gruppo di musicisti suona composizioni originali del chitarrista Manlio Maresca, trame sonore che considerano l inesattezza musicale fonte di imprevedibili cambi di scena , mai trascurando le tradizioni del jazz ormai saldamente incuneate nell' animo dei musicisti, manipolate fino a raggiungere il margine d' errore che consente ai musicisti di trovarsi a proprio agio in una realtà completamente sbagliata.

DENISE KING & HAMMOND GROOVERS

I concerti della King sono una full immersion di sonorita’ jazz, rhythm & blues, soul e gospel. La sua voce armonica, raffinata, elegante su tutte le note, produce un’intensa energia musicale carica di un feeling travolgente e capace di fondere stili diversi in perfetta tradizione afroamericana.
Scoperta da Dexter Wansel, produttore, arrangiatore e regista della Philadelphia Internationale Records, Denise King ha conquistato il grande pubblico con quattro album di successo e magistrali live-show nei piu’ prestigiosi jazz club, festival e teatri di Philadelphia, Atlantic City e New York. Tra i tanti progetti e collaborazioni ci sono musicisti internazionali come: Bobby Durham, Archie Shepp, Mickey Roker, Roy Hargrove, Christian McBride, Orrin Evans, Uri Caine, McCoy Tyner e le grandi star del blues Ruth Brown e Koko Taylor, fino alle pop star del calibro di Billy Paul e CelineDion.Ad accompagnare la splendida voce di Denise ci saranno alcuni tra i musicisti più apprezzati e richiesti in Italia ed all’estero: il chitarrista Daniele Cordisco (Jerry Weldon, Ronnie Cuber, Danilo Rea, Fabrizio Bosso) l’hammondista Antonio Caps (Flavio Boltro, Greg Hutchinson, Stefano di Battista) ed il batterista Elio Coppola (Joey De Francesco, Benny Golson, Peter Bernstein, George Cables, Shawnn Monteiro, Dado Moroni, Tony Monaco).
In occasione del tour italiano il quartetto presenterà il suo primo lavoro discografico "Tell Me When" che suggella una collaborazione ormai attiva da qualche anno.
Formazione
Denise King, voce
Daniele Cordisco, chitarra
Antonio Caps, organo hammond
Elio Coppola, batteria
CHIARA STROIA   "CONTAMINATA"

Chiara Stroia, giovane cantante jazz pubblica il suo primo album dal titolo "ContaMINAta".
Il disco, registrato rigorosamente Live, propone alcuni tra i più famosi brani della grande Mina arrangiati in chiave jazz e non solo.
"Questo lavoro mi ha dato l'opportunità di esprimere liberamente tutta la mia personale anima jazz e soprattutto il mio amore per la musica latina" così Chiara descrive con emozione il suo CD.
I musicisti che hanno curato gli arrangiamenti e preso parte alle registrazioni sono stati Agostino Casella (pianoforte/synth), Marco Pistone (basso), Massimo Di Cristofaro (batteria).

Nel disco è inoltre presente "Fragile" il primo inedito di Chiara che, oltre ad essere interprete, veste anche il ruolo di cantautrice.

Associazione Eddie Lang Blue Music
Via Principe Pignatelli, 1
86075 MONTERODUNI - IS
© 2010 - 2017 Associazione Eddie Lang Blue Music
Torna ai contenuti